La pistola: le bugie sulle tecniche di disarmo nella difesa personale

 

In questo primo video sulla pistola nella difesa personale mi sono concentrato sull’aspetto relativo ai disarmi e sull’inutilità di conoscere queste tecniche di fantascienza senza una vera abilità da combattente.

Non l’ho specificato nel video ma il mio consiglio se qualcuno ti punta una pistola addosso è: dagli ciò che vuole.

Se non lo vuoi fare o non lo puoi fare allora sappi che provare ad usare nel mondo reale le tecniche a scenario che vengono insegnate in certi corsi di difesa personale ti porterà a morte certa. (Leggi anche qui: http://www.guerrieroefficace.it/suicidio-personale-1-parte/ )

Provare a disarmare un’avversario armato di pistola è una manovra disperata e anche avendo molti anni di esperienza le possibilità di venire feriti dal proiettile sono altissime. Sicuramente ne nascerà una collocazione violenta e non sarà una passeggiata come viene mostrato nei corsi che vendono finte sicurezze.

E’ importante ricordare sempre che la difesa personale non è un processo lineare in cui faccio una contro tecnica e l’avversario viene sconfitto.

Gli avversari, quelli veri (non il compagno di palestra che simula con te e che non sa combattere), non si fermano solo perché li colpisci ma continuano a colpire anche mentre tu li stai colpendo.  ( Per saperne di più leggi questo articolo: http://www.guerrieroefficace.it/le-arti-marziali-sono-inutili-nella-difesa-personale/ )

 

Risorse Gratis

gratis arti marziali difesa personaleNon perderti le risorse gratuite che metto a tua disposizione su Arti Marziali e Difesa Personale

Le trovi cliccando qui!

 

Per finire ti consiglio di leggere anche questo articolo dove parlo delle eccezioni e di quando ha senso studiare i disarmi: http://www.guerrieroefficace.it/disarmo-pistola-difesa-personale/

 

Enrico Luciolli

Enrico Luciolli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *